Barbaresco, un viaggio tra le MeGA – 2 marzo SOLD OUT

35,0045,00

Un percorso in 5 calici alla scoperta di un territorio unico

Maurizio Spoldi, collaboratore Slow Food e Slow Wine, guiderà la serata alla scoperta di una delle espressioni del Nebbiolo tra le più eleganti. Una storia iniziata 2 secoli fa in un territorio che nel 2014 è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco.

Le “MeGA” ovvero le Menzioni Geografiche Aggiuntive compaiono a partire dalla vendemmia 2007 dando la possibilità di utilizzare nomi geografici corrispondenti a frazioni, comuni o zone amministrative definite, localizzate all’interno della zona di produzione della Docg (si parla di “MeGA” anche per il Barolo DOCG) . Il progetto nasce a metà degli anni ’70 quando Renato Ratti delinea una mappatura delle zone di Barbaresco e di Barolo indicando una decina di comuni. Questo lavoro, ripreso da Slow Food negli anni ’90, è stata un’ ottima base per arrivare alla classificazione odierna di 181 sottozone a Barolo e 66 a Barbaresco.

 

POSTI LIMITATI, PRENOTA SUBITO ENTRO il 19 FEBBRAIO 2023

Quota per gli Associati FISAR – 35 € a persona
Quota per Accompagnatori di Associati FISAR – 45€ a persona

Per assicurarti la partecipazione e darci la possibilità di organizzare al meglio l’evento, ti chiediamo di prenotare entro e non oltre domenica 19 Febbraio 2023 effettuando il pagamento della quota (non rimborsabile a meno del mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o di cambiamento disposizioni ministeriali) tramite Paypal, Satispay o carta di credito. Non sono ammesse altre modalità di partecipazione.
Al fine di fornire evidenza del nome e cognome del partecipante/i, indicateli nella sezione “Aggiungi un commento per FISAR Brescia”.
La Delegazione FISAR Brescia si riserva la possibilità di apportare modifiche al programma. Per qualsiasi informazione in merito agli aspetti organizzativi della serata e per segnalare eventuali limitazioni alimentari di cui tener conto, ti invitiamo a scrivere a fisarbrescia@gmail.com

Descrizione

Giovedì 2 Marzo 2023

ore 20:00

luogo evento FISAR Brescia

 

Double Tree by Hilton Brescia
Viale Europa, 45, 25133 Brescia BS (stazione metro Mompiano)

 

 

BARBARESCO

Ad est della città di Alba sorge un piccolo comprensorio collinare che, costeggiando il fiume Tanaro, giunge a confondersi con le colline del Monferrato. È la terra del vino Barbaresco, che comprende soltanto 3 comuni e una frazione: il borgo di Barbaresco, Treiso, Neive e San Rocco Seno d’Elvio, frazione di Alba.

Maurizio Spoldi, collaboratore Slow Food e Slow Wine, guiderà la serata alla scoperta di una delle espressioni del Nebbiolo tra le più eleganti e ricche di storia: un territorio formatosi quasi 14 milioni di anni fa, una balena e una torre che è l’emblema del territorio, a 220 anni di storia dalla prima citazione scritta.

CURIOSITA’

Il Prof. Domizio Cavazza, primo preside della Regia Scuola Enologica di Alba, fu tra quelli che delinearono questo vino (già noto da tempo) proprio nello stesso periodo in cui Cavour, la Marchesa Falletti e i Savoia denominavano come Barolo il Nebbiolo coltivato dall’altra parte della città di Alba e cioè nella seconda metà dell’800.

Le origini di questo vino aristocratico si fondono a leggende di varia origine: alcuni narrano che i Galli siano giunti in Italia perché attratti dal vino di Barbaritium, di eccellente qualità mentre altri sostengono che il Barbaresco derivi il suo nome dai popoli barbari che causarono la caduta dell’Impero romano.

LA MAPPA DELLE MeGA

Le “MeGA” ovvero le Menzioni Geografiche Aggiuntive compaiono a partire dalla vendemmia 2007 dando la possibilità di utilizzare nomi geografici corrispondenti a frazioni, comuni o zone amministrative definite, localizzate all’interno della zona di produzione della Docg (si parla di “MeGA” anche per il Barolo DOCG) . Il progetto nasce a metà degli anni ’70 quando Renato Ratti delinea una mappatura delle zone di Barbaresco e di Barolo indicando una decina di comuni. Questo lavoro, ripreso da Slow Food negli anni ’90, è stata un’ ottima base per arrivare alla classificazione odierna di 181 sottozone a Barolo e 66 a Barbaresco.

 

I migliori Barbaresco 2019 e Barbaresco Riserva 2017 assaggiati a Nebbiolo Prima 2022 - Wine Blog Roll - Il Blog del Vino Italiano

IL PROGRAMMA

19.45 Accoglienza partecipanti
20.00 inizio serata
22.00 chiusura evento

VINI IN DEGUSTAZIONE

Scopriremo le peculiarità di alcune MeGA del territorio e degusteremo:

Barbaresco docg Vallegrande 2019 Ca del Baio

Barbaresco docg Basarin 2019 Adriano Marco e Vittorio

Barbaresco docg Valeirano 2019 Ada Nada

Barbaresco docg Gaia Principe 2019 Cascina Rabaglio

Barbaresco docg Canova 2019 Ressia

POSTI LIMITATI, PRENOTA SUBITO ENTRO il 19 FEBBRAIO 2023

Quota per gli Associati FISAR – 35 € a persona
Quota per Accompagnatori di Associati FISAR – 45€ a persona

Per assicurarti la partecipazione e darci la possibilità di organizzare al meglio l’evento, ti chiediamo di prenotare entro e non oltre domenica 19 Febbraio 2023 effettuando il pagamento della quota (non rimborsabile a meno del mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti o di cambiamento disposizioni ministeriali) tramite Paypal, Satispay o carta di credito. Non sono ammesse altre modalità di partecipazione.
Al fine di fornire evidenza del nome e cognome del partecipante/i, indicateli nella sezione “Aggiungi un commento per FISAR Brescia”.
La Delegazione FISAR Brescia si riserva la possibilità di apportare modifiche al programma. Per qualsiasi informazione in merito agli aspetti organizzativi della serata e per segnalare eventuali limitazioni alimentari di cui tener conto, ti invitiamo a scrivere a fisarbrescia@gmail.com

Informazioni aggiuntive

Partecipante

Associato FISAR, Non Associato FISAR